Dada Masilo rivisita "Giselle" al Festival Aperto

GISELLE DI DADA MASILO


Domenica 8 ottobre al Teatro Ariosto di Reggio Emilia appuntamento con la coreografa e danzatrice sudafricana Dada Masilo, figura emergente sulla scena coreografica contemporanea, che fonde i diversi linguaggi creando intrecci e contaminazioni

Al Festival Aperto 2017 | Dispositivi Meravigliosi – musica_ danza_ arti_contemporaneo – la parte dedicata alla danza contemporanea prosegue con Giselle, rivisitazione coreografica di Dada Masilo di un grande classico del balletto, domenica 8 ottobre ore 18.00 al Teatro Ariosto di Reggio Emilia.

Sabato workshop per danzatori di livello avanzato. Lunedì mattina, 9 ottobre, replica dello spettacolo per le scuole, con incontro con la coreografa, condotto da Carmelo Zapparrata, critico e giornalista.

Dopo Romeo e Giulietta, Carmen e Il Lago dei Cigni, Giselle è la quarta reinterpretazione da parte della straordinaria danzatrice e coreografa sudafricana, la quale afferma: “È una grande sfida rivedere ancora un altro classico senza ripetermi. Sto creando qualcosa che non ha nulla a che fare con il perdono, ma tratta temi come l’inganno, il tradimento, la rabbia e la sofferenza. Sto lavorando a nuovi movimenti e sto cercando di spingermi oltre sull’aspetto narrativo. Nel balletto tradizionale, l’intreccio narrativo è molto chiaro, ma la psicologia dei personaggi non è molto indagata…io vorrei andare più in profondità”.

Il balletto classico Giselle racconta di una giovane contadina che muore di crepacuore dopo aver scoperto che il suo amato è promesso a un’altra donna. Le Villi, spiriti femminili che costringono gli uomini a danzare fino alla morte, si stagliano nella narrazione portando Giselle fuori dalla sua tomba con l’intento di uccidere il suo amato, ma l’amore di Giselle lo salverà.

Nella sua versione rivisitata, Dada Masilo osa e sperimenta una fusione di diversi linguaggi, intrecciando canti tradizionali e ritmi dell’afro-samba con quelli della danza classica, contaminando stili e generi differenti e talvolta apparentemente antitetici. “Con la danza mi piace raccontare delle storie che abbiano un rapporto con il presente della nostra vita: i classici danno questa opportunità”, spiega Masilo. Nella sua Giselle dunque, Myrtha, Regina delle Villi, è una Sangoma (uno sciamano della tradizione rituale sudafricana) e le Villi sono spiriti-antenati che invitano Giselle a unirsi a loro. Non si tratta di un gruppo di ragazze afflitte, bensì di qualcosa di più spaventoso. Figure androgine, straziate dal dolore e desiderose di vendetta. I loro spiriti potranno essere liberi solo se otterranno la morte di chi le ha fatte soffrire. Questa Giselle dunque non perdona; solo dopo la sua vendetta potrà affrancarsi dalla morte e tornare ad essere libera. “Ho guardato la vicenda dalla parte della donna tradita, violentata, con il cuore spezzato”, afferma la danzatrice, “Il perdono non avrebbe avuto alcun senso. Nel momento in cui l’anima di Giselle viene accettata tra gli spiriti vendicatori, deve compiere un sacrificio iniziatico”.

Sabato 7 ottobre 2017, dalle ore 13.00-15.00 al Centro Let’s Dance - Via XX Settembre, 1 - Reggio Emilia WORKSHOP con DADA MASILO per danzatori di livello avanzato. Quota di partecipazione € 20,00 Iscrizione obbligatoria entro venerdì 6 ottobre via email red@iteatri.re.it o telefonicamente al n. 0522 458 900


Dada Masilo nata a Johannesburg, in Sudafrica, danzatrice e coreografa, ha fatto il suo debutto al Festival Anticodes di Brest nel marzo 2011 e al Festival Fragile Danse al Théâtre des Bouffes du Nord (Parigi) nel novembre 2011 con il solo The Bitter End of Rosemary, in cui interroga Ofelia di Amleto, conferendo alla follia del personaggio una nuova forma espressiva, e rivelando la sua estrema vulnerabilità.

Formatasi alla Dance Factory di Johannesburg, nel 2005 e 2006 soggiorna a Bruxelles dove frequenta la scuola P.A.R.T.S., Performing Arts Research and Training Studios di Anne Teresa de Keersmaeker. In poco tempo diventa una delle giovani danzatrici e coreografe più famose del Sudafrica.

Ha presentato i suoi spettacoli in numerosi Festival internazionali, tra cui il Festival Dance Umbrella, ricevendo molti premi, e allo stesso tempo si dedica alla formazione di giovani danzatori.

Teatro Ariosto
Domenica 8 ottobre 2017 ore 18.00
Dada Masilo / The Dance Factory
Giselle
coreografia Dada Masilo
musiche originali Philip Miller
disegni William Kentridge
assistente alla regia David April
costumi Donker Nag Helder Dag, Those Two Lifestyle
luci Suzette le Sueur


nell'ambito di Festival Aperto 2017 - IX edizione 
Dispositivi Meravigliosi


25 € Platea e Balconata I, II ordine centrale
20 € Balconata I, II ordine laterale e Galleria

Riduzioni
Over 65: 15%.
Under 28: 30%.
Studenti Unimore: 50%





Commenti

Post popolari in questo blog

Il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala vola in Cina

Frédéric Olivieri annuncia la nuova Stagione di Balletto in Scala

Accademia Teatro alla Scala e Centro Cardiologico Monzino insieme per il benessere degli allievi