Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

Grande attesa per il Gala di giovani stelle "Les Étoiles Junior" al Municipale di Piacenza

Immagine
Stagione Danza 2020, Teatro Municipale, Piacenza

Les Étoiles Junior
Il Gala di giovani stelle della danza con il piacentino Giacomo Rovero (The Royal Ballet)
Domenica 2 febbraio apre la Stagione Danza del Teatro Municipale di Piacenza


Grande attesa per l'evento di apertura della Stagione Danza 2020 della Fondazione Teatri di Piacenza, il Gala di giovani stelle della danzaLes Étoiles Junior, che domenica 2 febbraio alle ore 16 celebra il ritorno di Giacomo Rovero, artista del Royal Ballet di Londra, al Teatro Municipale della “sua” Piacenza.
Il giovanissimo talento piacentino, che ha iniziato lo studio della danza all'Accademia Domenichino da Piacenza sotto la direzione di Giuseppina Campolonghi, nel 2018 è stato prima selezionato dalla prestigiosa classifica della rivista Forbes Italia tra i 100 under 30 emergenti e poi, nel 2019, da Forbes Europe, questa volta tra i 30 under 30 europei più influenti nella categoria Art & Culture. Riconoscimenti che testimoniano l'eccezi…

Al Martinitt approda uno dei generi più amati, che sposa recitazione, canto e ballo

Immagine
Al Martinitt ora sbarcano… i MUSICAL! A marzo e maggio tre appuntamenti  con l’arte da palcoscenico a tutto tondo

Nel perenne viaggio del Martinitt nel mare sconfinato della cultura, ecco un nuovo porto. Con tre divertenti commedie musicali - ispirate a opere britanniche e statunitensi ma riadattate da italiani per il pubblico italiano - approda in teatro uno dei generi più amati, che sposa recitazione, canto e ballo.

In calendario rispettivamente il 9 e 10 marzo, 30 e 31 marzo e l’11 e 12 maggio
Qualche indizio lo avevamo dato. La barchetta che simboleggia la stagione in corso e il nostro sempre più convinto navigare nello sconfinato mare della cultura in tutte le sue correnti, alla ricerca di sempre nuovi lidi dove approdare e dove condurvi, ha portato un carico di novità. La più grossa è certamente lo sbarco del genere musical nella locandina del Martinitt. Richiestissimi, arriveranno a marzo e maggio tre appuntamenti imperdibili con altrettante storie narrate a ritmo di musica e di b…

Alessandra Ferri è di scena con "Duse" firmato da Neumeier alla Fenice di Venezia

Immagine
DUSE Alessandra Ferri
Hamburg Ballett John Neumeier
coreografia di John Neumeier



Venezia, Teatro La Fenice, dal 5 al 9 febbraio


Fantasie coreografiche di John Neumeier ispirate alla figura di Eleonora Duse, in scena in prima rappresentazione esclusiva dal 5 al 9 febbraio 2020 al Teatro La Fenice di Venezia, nell’ambito della Stagione Lirica e Balletto 2019-2020.
Presentato per la prima volta ad Amburgo nel 2015, il balletto con coreografia, scene, costumi e luci dell’artista americano sarà un omaggio divina attrice, danzato sulle note di Benjamin Britten e Arvo Pärt eseguite dal vivo dall’Orchestra del Teatro La Fenice diretta da Luciano Di Martino.
L’Hamburg Ballett John Neumeier si è prontamente unito al coro delle numerosissime istituzioni culturali di tutto il mondo che hanno compiuto azioni di solidarietà e sostegno in favore del Teatro La Fenice gravemente danneggiato dall’acqua alta del 12 novembre 2019.
Con un Open Day al Ballettzentrum di Amburgo, in occasione del trentesimo annivers…

Una nuova rilettura coreografica per Cenerentola al Ponchielli di Cremona

Immagine
Teatro Ponchielli, Cremona Sabato 1° febbraio, ore 20.03 
NUOVO BALLETTO DI TOSCANA  diretto da Cristina Bozzolini 
CENERENTOLA  balletto in un atto per 14 danzatori  musica di Sergej Prokof’ev regia e drammaturgia Jiří Bubeníček 


Il Nuovo Balletto di Toscana, giovane e talentuosa compagnia diretta da Cristina Bozzolini, affida a Jiří Bubeniček (già primo ballerino al Balletto di Amburgo e all’Opera di Dresda e oggi coreografo molto richiesto in Europa e oltre Oceano) la rilettura della fiaba di Cenerentola, che andrà in scena sabato 1 febbraio (ore 20.30), sulle note dell’intramontabile musica di Sergej Prokof’ev.


regia e drammaturgia Jiří Bubeníček  scene Jiří Bubeníček e Nadina Cojocaru  costumi Nadina Cojocaru luci Jiří Bubeníček – ricostruite da Luca Cittadoni 
Cenerentola Veronica Galdo  La Madre Lisa Cadeddu Le sorellastre Matilde Di Ciolo, Aisha Narciso  Gruppo donne Beatrice Ciattini, Alice Catapano, Francesca Capurso, Miriam Castellano  Il principe Roberto Dover Il padre Paolo Rizzo

Sul palcoscenico le sensuali e misteriose atmosfere porteñe

Immagine
TEATRO CELEBRAZIONI
SABATO 1 FEBBRAIO 2020 ore 21.00
TANGO COMPANY in TANGO FATAL

con i ballerini Guillermo Berzins & Marijana Tanasković,Martin Acosta Sponda Chiara Greco, Saša Živković & Diletta Milocco Costanza Gruber Simone Pradissitto e con l’Orchestra Corazon de Tango composta da Oksana Peceny Dolenc (violino), Jan Sever (pianoforte), Andraz Frece (bandoneon), Matic Dolenc (chitarra) e Ziga Trilar (contrabasso)




Da un'idea artistica di Guillermo Berzins, ballerino e coreografo argentino di fama internazionale, nasce Tango Fatal, lo spettacolo in scena al Teatro Celebrazioni il 1° febbraio. Sul palcoscenico le sensuali e misteriose atmosfere porteñe in un'ambientazione astratta e sospesa nel tempo. Le romantiche e struggenti note dei più celebri tanghi si alterneranno a spettacolari coreografie contemporanee e all'energia contagiosa del folklore argentino. Accanto al talentuoso Guillermo Berzins, Marijana Tanaskovic, ballerina dalla grande capacità tecnica ed int…

Un labirinto musicale con percorsi multipli per il Monteverdi Festival 2020

Immagine
Monteverdi Festival 2020
A Cremona, dal 28 aprile al 1° giugno 2020

Dentro è di muri inestricabil cinto che mille torce in sé confusi giri, ma in breve foglio io ve ‘l darò distinto, sí che nessun error fia che v’aggiri. Siede in mezzo un giardin del labirinto che par che da ogni fronde amore spiri; quivi in grembo a la verde erba novella giacerà il cavaliero e la donzella. Torquato Tasso, La Gerusalemme Liberata, XIV, 76
Lascio ai diversi futuri (non a tutti) il mio giardino dei sentieri che si biforcano Jorge Luis Borges Labirinti reali e immaginari, di pietra e di siepi, del corpo e della mente. 
Dal labirinto mitologico che il re Cnosso fece costruire a Creta per imprigionare il Minotauro alle antiche incisioni rupestri in Val Camonica, dai pagani labirinti in pietra dei paesi nordici agli intricati pavimenti scolpiti nelle cattedrali del Duecento, fino ai sontuosi giardini dei palazzi barocchi. Labirinti unicursali, dedali, irrgarten (ovvero giardino degli errori)… dalla notte dei tempi l’uomo l…